Università

L’associazione Officina Morano è attiva presso l’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli” attraverso manifestazioni cultuali, programmi di volontariato e azioni di sostegno alla studio. Ecco gli obiettivi ed i punti programmatici dell’associazione nel biennio 2020/2021.

OBIETTIVI 2020/2021

L’Associazione basa il proprio programma su proposte e impegni mantenuti ma contemporaneamente si prefigge l’arduo obiettivo di aggiornare costantemente la sua azione di rappresentanza ed in primis di diffondere la conoscenza delle istituzioni universitarie come punto di partenza per costruire un’intesa studente-mondo del lavoro.

Il programma si basa su due macroaree: la prima di carattere socioculturale, la seconda di più specifica azione studentesca. Entrambe sono accomunate dal desiderio di promuovere la formazione integrale dello studente inteso come “professionista” di un domani ormai molto prossimo.

IMPEGNO SOCIO-CULTURALE

Officina Morano si prefigge come obiettivo di insieme quello di promuovere in ciascuno studente, che voglia seguire il percorso associativo, il senso concreto della parola Politica. L’associazione si impegna con i propri mezzi a diffondere valori, posizioni, principi di “cultura politica” non al fine di indottrinare gli studenti ma di offrire loro (anche su scenari più ampi come quelli territoriali e quello nazionale) una condivisa cultura di impegno civile con la quale ciascuno potrà interpretare i segni della politica e misurarsi in una futura vita pubblica, che sia questa politica, lavorativa o sociale. La Politica per Officina Morano è intesa come servizio alla società contemporanea, consapevoli che l’Università, in quanto forma più alta di Istituzione educativa, non forma soltanto la professionalità dell’individuo ma caratterizza il senso critico di questo e la capacità di governare i cambiamenti di ogni genere.

IMPEGNO DI AZIONE STUDENTESCA 

Officina Morano si prefigge come obiettivi specifici quelli di promuovere e tutelare i diritti degli studenti nell’arco della loro vita universitaria. Il Diritto alla formazione prima di essere principio costituzionale è elemento tangibile di democrazia all’interno di un Ateneo. La nostra Associazione in Università si batte per il “Diritto allo studio”, molto è stato fatto sul tema dei servizi al supporto della disabilità, alle fasce meno abbienti, al disagio per i trasporti, alla difesa economica dello studio nelle forme e nei modi previsti dalla normativa italiana. Oggi lo sforzo maggiore dovrà essere rivolto al cambiamento della didattica, alla sua personalizzazione, alla costruzione di misure compensative e ordinarie che dovranno accompagnare il percorso formativo di tutti gli studenti con particolare attenzione a chi per condizioni personali e sociali non riesce da solo in questo scopo. L’azione di Officina Morano su questi obiettivi si basa su pochi ma concreti punti di:

I FORMAZIONE – implementare l’utilizzo della piattaforma e-learning di Ateneo per poter interscambiare materiale didattico con i docenti e avere tutti gli strumenti utili per la migliore preparazione possibile agli esami. Insieme a questo il miglioramento degli orari dei servizi di biblioteche e trasporti per supportare l’intera giornata di studio;

II SUSSIDIARIETA’ – promuovere un piano di compensazione dedicato a beneficiari e idonei di borsa di studio che esime questi dal pagamento delle tasse universitarie con scadenza successiva alla pubblicazione della graduatoria ADISURC;

III INFORMAZIONE – proporre percorsi di orientamento in itinere, di accompagnamento alla costruzione della propria carriera universitaria e professionale, di tutoring didattico al fine di favorire la facilitazione degli insegnamenti;

IV TRASPARENZA – prevedere meccanismi di controllo per il monitoraggio del fenomeno dell’assenteismo da parte dei docenti attraverso l’applicazione di un apposito modulo;

V TERRITORIALITA’ – incentivare “spin-off”, incubatore di imprese, con tutti gli attori potenzialmente interessati (Università, Enti Pubblici e Privati, Banche, Fondi di Investimento etc.). Potenziare il placement (FIxO) per rendere maggiormente operativo questo settore. Potenziare l’anagrafe dei laureati con i relativi CV e migliorare il livello qualitativo del servizio.